SCUOLA, INTERROGAZIONE PDL: IL GOVERNO PENSI ALLE PARITARIE

(Public Policy) – Roma, 24 lug – Quando il Governo intende erogare delle risorse alle scuole paritarie e avviare, in linea con gli altri Paesi Ue, “politiche di supporto ed implementazione del sistema nazionale integrato d’istruzione”? È quanto chiedono in un’interrogazione a risposta immediata due deputati del Pdl, Elena Centemero e Simone Baldelli, al ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza. L’interrogazione, che verrà discussa durante il question time di questo pomeriggio, sottolinea le difficoltà che stanno attraversando le scuole paritarie “a causa di diversi fattori, tra cui le difficoltà di carattere economico che riguardano molte famiglie e la lentezza dei trasferimenti dei contributi statali e della maggioranza delle amministrazioni regionali e comunali che generalmente concorrono al sostegno delle scuole paritarie gestite da enti no profit”. Durante l’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa del 4 ottobre 2012, si legge nell’interrogazione, è stato ribadito “il diritto alla libertà di scelta educativa in Europa” da parte delle famiglie tra scuole pubbliche e scuole private e, inoltre, il rapporto “Education at a glance” del 2010 sottolinea come i finanziamenti pubblici, adeguati al numero degli studenti iscritti, rappresentino garanzia di tale diritto. Il Governo dovrebbe dunque intervenire affinchè sia garantito “il carattere plurale del nostro sistema di istruzione mediante misure volte a tutelare la qualità e l’inclusività anche delle scuole pubbliche paritarie”.