Dicono di me

PREFAZIONE SILVIO BERLUSCONI TRATTA DAL LIBRO “W MONTECITORIO” – Settembre 2017

“Battaglie parlamentari, voti di fiducia, decreti, mozioni, dibattiti, votazioni palesi o segrete, informative urgenti, ostruzionismo, “ghigliottina”: di tutto questo e di altro ancora, di solito, si sente parlare in tv e si legge sui giornali o in rete. Ma quanti in realtà sanno davvero di cosa si stia parlando? In questo libro, Simone Baldelli, da anni tra i protagonisti dei lavori della Camera dei deputati, prende per mano il lettore e lo introduce, con linguaggio semplice e dinamico, all’interno dei “segreti” dell’emiciclo di Montecitorio. In questo modo, alternando spunti ironici e autoironici a momenti di seria riflessione politica ed istituzionale, l’autore sfata consolidati luoghi comuni dell’antipolitica e offre al lettore piccole pillole di conoscenza, da un punto di vista originale ed inedito.”

CHECCO ZALONE E LA POLITICA – 25 novembre 2009

“È una persona simpaticissima. Sa imitare Tremonti, Bondi, Berlusconi e i leghisti. Gli ho detto: sei sprecato a fare il politico.”

CAMERA: BUTTIGLIONE, AUGURI A BALDELLI – 25 settembre 2013

“Eleggendo l’on. Baldelli Vicepresidente, la Camera dei Deputati ha fatto una buona scelta. Ho avuto modo di conoscerlo ed di collaborare (e qualche volta anche di scontrarmi) con lui nel corso della passata legislatura, quando io ero Vicepresidente e lui segretario di aula del PDL. Baldelli unisce ad una perfetta conoscenza del regolamento una rara capacità di intuire, moderare e guidare gli umori dell’Assemblea, la sensibilità necessaria per inquadrare gli interessi legittimi del suo gruppo all’interno di una visione del bene comune ed un fine senso dell’ umorismo che aiuta molte volte a sdrammatizzare ed aiuta molto nel compito talvolta difficile di guidare l’aula. Ha tutte le qualità per fare bene. Molti auguri”. Così Rocco Buttiglione, già vicepresidente della Camera, in un comunicato stampa.

PREFAZIONE DI FABRIZIO CICCHITTO TRATTA DAL LIBRO “W MONTECITORIO!” – Novembre 2012

Il capogruppo del Pdl alla Camera, Fabrizio Cicchitto, all’arrivo a Palazzo Grazioli per l’ufficio di presidenza presieduto dal premier Silvio Berlusconi, questo pomeriggio 01 giugno 2011 a Roma.

ANSA/ALESSANDRO DI MEO

“Simone non solo è un grande conoscitore del regolamento, ma per le battaglie regolamentari nutre una passione travolgente, più forte addirittura di quelle nutrite per la pittura, le imitazioni e anche, con discrezione e misura, per le belle ragazze. Di conseguenza, passato un breve periodo di studio, rapidamente Simone e il sottoscritto sono diventati una “strana coppia” perfettamente integrata in un lavoro quotidiano privo di soste e pieno di sorprese e di trappole. Infatti ho trovato in Simone non solo un grande conoscitore di tutte le insidie del regolamento, ma una sorta di stakanovista dei lavori parlamentari, un incrocio fra il modello radicale e quello comunista del segretario d’aula, sempre presente dal lunedì al venerdì, un autentico “tossico” di Montecitorio dove, se il regolamento glielo consentisse, passerebbe anche la notte su una brandina per esser sempre presente quando, in apertura di seduta, il Segretario di turno legge il verbale del giorno precedente.”

chiudi

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione e cookie di analisi statistica di terze parti. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici da terze parti. Se continui a navigare in questo sito acconsenti all’uso di tutti i cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui.