Dicono di me

PREFAZIONE SILVIO BERLUSCONI TRATTA DAL LIBRO “THE ITALIAN WHIP” – Luglio 2016

“Sono sinceramente convinto che, in un tempo in cui soffia sempre più forte il vento dell’antipolitica, se mai decidesse di dedicarsi professionalmente a quelle che fino ad oggi sono stati solo suoi divertimenti nel tempo libero, queste qualità gli garantirebbero fama e successo nel mondo dello spettacolo.

Tuttavia io sono convinto che il futuro di Simone sia ben altro: il suo entusiasmo, il suo rigore morale e la sua competenza fanno di lui un politico di razza, di quelli che sono orgoglioso di avere al mio fianco. Sono certo che lo vedremo sempre in campo come protagonista delle nostre battaglie per la democrazia e per la libertà.”

 

CHECCO ZALONE E LA POLITICA – 25 novembre 2009

“È una persona simpaticissima. Sa imitare Tremonti, Bondi, Berlusconi e i leghisti. Gli ho detto: sei sprecato a fare il politico.”

 

CAMERA: BUTTIGLIONE, AUGURI A BALDELLI – 25 settembre 2013

“Eleggendo l’on. Baldelli Vicepresidente, la Camera dei Deputati ha fatto una buona scelta. Ho avuto modo di conoscerlo ed di collaborare (e qualche volta anche di scontrarmi) con lui nel corso della passata legislatura, quando io ero Vicepresidente e lui segretario di aula del PDL. Baldelli unisce ad una perfetta conoscenza del regolamento una rara capacità di intuire, moderare e guidare gli umori dell’Assemblea, la sensibilità necessaria per inquadrare gli interessi legittimi del suo gruppo all’interno di una visione del bene comune ed un fine senso dell’ umorismo che aiuta molte volte a sdrammatizzare ed aiuta molto nel compito talvolta difficile di guidare l’aula. Ha tutte le qualità per fare bene. Molti auguri”. Così Rocco Buttiglione, già vicepresidente della Camera, in un comunicato stampa.

 

PREFAZIONE DI FABRIZIO CICCHITTO TRATTA DAL LIBRO “W MONTECITORIO!” – Novembre 2012

Il capogruppo del Pdl alla Camera, Fabrizio Cicchitto, all’arrivo a Palazzo Grazioli per l’ufficio di presidenza presieduto dal premier Silvio Berlusconi, questo pomeriggio 01 giugno 2011 a Roma.

ANSA/ALESSANDRO DI MEO

“Simone non solo è un grande conoscitore del regolamento, ma per le battaglie regolamentari nutre una passione travolgente, più forte addirittura di quelle nutrite per la pittura, le imitazioni e anche, con discrezione e misura, per le belle ragazze. Di conseguenza, passato un breve periodo di studio, rapidamente Simone e il sottoscritto sono diventati una “strana coppia” perfettamente integrata in un lavoro quotidiano privo di soste e pieno di sorprese e di trappole. Infatti ho trovato in Simone non solo un grande conoscitore di tutte le insidie del regolamento, ma una sorta di stakanovista dei lavori parlamentari, un incrocio fra il modello radicale e quello comunista del segretario d’aula, sempre presente dal lunedì al venerdì, un autentico “tossico” di Montecitorio dove, se il regolamento glielo consentisse, passerebbe anche la notte su una brandina per esser sempre presente quando, in apertura di seduta, il Segretario di turno legge il verbale del giorno precedente.”