News

Ecco il testo di una interrogazione che ho presentato sul rapporto tra fisco e cittadini in materia di comunicazione…

Al Ministro dell’Economia e delle Finanze. Per sapere – Premesso che:

l’accordo quadro sottoscritto il 24 luglio 2012 tra l’Agenzia delle Entrate e l’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili ha l’intento di migliorare i rapporti tra i cittadini e il fisco ed in particolare l’ambito della comunicazione;

l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei commercialisti, oltre ai consueti canali di contatto per richiedere assistenza e informazioni, anche il canale telematico «Civis» e una casella di posta elettronica certificata;

questo accordo migliora certamente il ruolo di mediazione dei commercialisti, ma resta il fatto che i cittadini non hanno ancora a disposizione adeguati canali di comunicazione con il fisco e, in caso di mancata comunicazione da parte del loro commercialista in merito a scadenze e adempimenti, corrono il rischio di scoprire tardivamente situazioni debitorie gravemente compromesse -:

se il Governo non intenda studiare e adottare le opportune iniziative, al fine di evitare il verificarsi di questo genere di circostanze assai spiacevoli per contribuenti ed erario, anche valutando la possibilità che le comunicazioni del fisco nei confronti dei cittadini possano giungere, su richiesta, in doppia notifica, sia ai commercialisti, sia ai diretti interessati.

Incontro nelle Marche

Sabato 3 maggio, alle ore 10.30, parteciperò all’incontro regionale del movimento Seniores di Forza Italia. L’evento si terrà all’hotel City di Ancona.

TESTO DEL MIO ORDINE DEL GIORNO SUL DECRETO-LAVORO APPROVATO ALLA CAMERA

Atto Camera
Ordine del Giorno 9/02208-A/006 presentato da BALDELLI Simone

Testo di Mercoledì 23 aprile 2014, seduta n. 217

La Camera, premesso che:

– la disoccupazione in Italia registra tassi sempre più preoccupanti non soltanto nelle fasce giovanili, ma anche in quelle di età più avanzata, che soffrono di maggiori ripercussioni sociali e hanno maggiori difficoltà di ricollocamento nel mercato del lavoro;
– imparare un nuovo mestiere, attraverso un percorso di apprendistato, può essere un modo per riqualificarsi e ricollocarsi nel mercato del lavoro;
– oggi possono accedere allo strumenti dell’apprendistato gli iscritti alle liste di mobilità, ma non altre categorie di disoccupati, come ad esempio i beneficiari di trattamento dell’ASPI o di mini ASPI, o i cassintegrati;
– il Ministro del lavoro Poletti ha annunciato interventi specifici per fasce d’età più ampie, anche con riferimento a coloro che hanno perduto il lavoro in età avanzata,

impegna il Governo

a valutare la possibilità di individuare in tempi brevissimi, al fine di facilitare la riqualificazione e la ricollocazione nel mercato del lavoro, interventi legislativi e finanziari per permettere l’accesso ai percorsi e ai contratti di apprendistato, con le relative agevolazioni contributive, di quei lavoratori disoccupati di età avanzata che attualmente ne sono esclusi per ragioni anagrafiche. 9/2208-A/6. (Testo modificato nel corso della seduta) Baldelli.

Presiedendo in Aula

Può capitare che un collega pensi che sia una cosa bella e originale dire parolacce in Aula citando Cetto La Qualunque…

La vignetta di Vincino

Vignetta Vincino

Intervento in Aula sul dl lavoro

Ecco il mio intervento di venerdì 18 aprile in discussione generale in Aula sul decreto lavoro e sulla spaccatura all’interno della maggioranza “di turno” che sostiene il governo Renzi.

Lavoro: Baldelli, apprendistato per over 50 disoccupati

ansa

Proposta modifica presentata in commissione, per ora accantonata

(ANSA) – ROMA, 16 APR – “Far accedere all’apprendistato anche gli over 50 disoccupati”: e’ questo l’obiettivo di un emendamento al dl lavoro presentato in commissione alla Camera dal deputato di Fi Simone Baldelli. La proposta di modifica, sulla quale inizialmente c’e’ stato il parere negativo del governo, e’ stata accantonata e ora e’ in corso una valutazione da parte del governo.(ANSA).

Presentazione BarCamp@Montecitorio – 10/04/2014

Presentazione primo BarCamp@Montecitorio Agenda Digitale Europea

Salva Roma: Camera, leghista espone in Aula bandiera Veneto (2)

(ANSA) – ROMA, 10 APR – La scena si e’ ripetuta poco dopo: la bandiera questa volta e’ stata esposta da Roberto Caon. Il vicepresidente Simone Baldelli, che ha richiamato all’ordine il leghista ha annunciato: “saro’ costretto ad espellere il prossimo collega che esporra’ una bandiera davanti al banco della presidenza. (ANSA).

Salva Roma: Camera, leghista espone in Aula bandiera Veneto

(ANSA) – ROMA, 10 APR – Emanuele Prataviera della Lega espone nell’Aula della Camera una grande bandiera del Veneto con il Leone di San Marco. La scena avviene durante il voto di fiducia sul dl salva Roma. Il leghista sfila davanti al banco della presidenza e a sorpresa espone la bandiera. Immediato l’intervento del vicepresidente Simone Baldelli, che richiama Prataviera all’ordine per due volte mentre i commessi rimuovono la bandiera.  (ANSA).